Razionalmente…sarebbe meglio raccontare la realtà al posto delle fiabe

Sinossi:
 
 
 
 
Le fiabe sono vere, come la vita e come i bambini. E quando Rebecca, nove anni e una nuova casa, incontra Giulia, quarant’anni e nessun istinto materno, può succedere che trovi, finalmente, il suo eroe.

Un romanzo appassionante, fresco e divertente. Un’autrice italiana di grande talento, che si inserisce nella scia dei successi “al femminile” come Nicolas Barreau, Raquel Martos e Liane Moriarty.

Ammetto di aver acquistato questo libro spinta dalla copertina, solo in un secondo momento ho letto l’autrice della quale ho già letto “Chanel non fa scarpette di cristallo” ed un altro giace nel mio ebook reader “Buona fortuna” e che leggerò presto.
Giulia, la protagonista, è una pubblicitaria molto ironica…Rebecca, la co-protagonista, è una bimbetta di quasi 9 anni che resta spesso a casa da sola di notte e che per tanto fatica a dormire.
L’incontro avviene sul pianerottolo Giulia rincasa “ubriaca” e senza rendersene conto inciampa su di una camicia da notte…in quella camicia da notte con il suo inseparabile cane di pezza c’è Rebecca. La bimba non vuole essere lasciata sola e così inizia la conoscenza tra le due, conoscenza che si farà sempre più “stretta” e sancita da tre colpi alla parete, un segnale che fa accorrere Giulia che un po’ per gioco inizia a raccontarle le “favole vere”.
Le fiabe che racconta Giulia sono condite da tanta realtà, principesse che si scoprono incinte prima del matrimonio, principi stupidi e così via. La piccola Rebecca racconta quelle storie ai suoi compagni di classe e la cosa non risulta gradita a tanti adulti come alla preside e alla mamma di Rebecca che intimano alle due “amiche” di non frequentarsi più.
Giulia non resterà immune da questo incontro che le farà conoscere una nuova sé stessa e soprattutto si troverà ad aiutare Anna la mamma della piccola a fare i conti con uno scomodo passato.
E’ un libro che consiglio, è un libro spensierato e che vi lascerà un buon ricordo.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...