La comunicazione è tutto in una coppia

Siamo vecchi… Ma cosa avete inteso? Come coppia intendo. Quest’anno festeggeremo i 10 anni di fidanzamento chi dice che sono pochi e chi quando non hai neanche detto per intero “dieci” ha già sgranato gli occhi.
 
 
 
 
 
Intanto per 10 anni di vita insieme avrei tanto da raccontare, ma oggi sarò buona e vi racconterò solo come é cambiata la nostra vita da tre anni a questa parte.
 
 
 
 
 
Proprio qualche giorno fa in preda all’ennesimo shopping selvaggio, a favore della Mini-mini che ci ha già sabotato tutti i piani, (quando nacque e scoprimmo che era una lei ci illuminammo: “che bello…potremo riciclare tutti i vestiti della Mini-me” col cavolo! avrà pensato la neonata mentre distrattamente si trastullava al seno) in un momento in cui la Mini-me compulsivamente “sfogliava” le grucce dei vestiti  (forse imitandomi?) e approfittando della pennichella nel passeggino della Nanissima, ci siamo come guardati allo specchio e ci siamo rivisti noi come coppia. 
 
 
 
 
 
“Però… ci divertivamo insieme quando non c’erano loro eh?” (Frase da leggere senza il benché minimo rimpianto) “Adesso il divertimento é più bello perché ci si diverte in quattro ma…”
 
 
 
 
 
E in quel “ma” ci abbiamo trovato rinchiuse tante cose, la libertà… di decidere, di chiudersi la porta alle spalle e andare…ora, prima che ti chiudi la porta alle spalle devi imbacuccare le Nane per bene, fare scorta di pannolini, un ricambio non lo portiamo? E “Mini-me su fai in fretta a decidere che gioco portare che stiamo uscendo”…però che bello!
 
 
 
 
 
L’equilibrio, del quale inevitabilmente si é spostato il baricentro. Perché, io non ci credo alle coppie alla Mulino Bianco, che dicono e scrivono: ” i figli sono stati una benedizione e ci hanno rafforzato come coppia” perché o mentono o mentono a sé stessi. 
 
 
 
 
 
Partendo dall’ovvietà che i figli sono sempre delle benedizioni, lo scossone che dà la nascita di un figlio in una coppia può essere paragonato ad un terremoto di 7° sulla scala Mercalli, intenso e con danni “seri” all’edificio.
 
 
 
 
 
Quando é nata la Mini-Me, l’equilibrio che avevamo come coppia si é incrinato a turno, forse per par condicio, come le targhe alterne pendeva dalla mia parte o da quella di L’AltraMetàDi-Me, é scontato dire che eravamo felicissimi e equilibrati come mamma e papà, fieri di questo nuovo ruolo ma, spesso come coppia non ci si sosteneva o ci si sosteneva male come un imbranato alle prime armi.
Ci si fraintendeva facilmente e ci si inalberava altrettanto facilmente.
 
 
 
 
 
Con la nascita della Mini-Mini lo scossone é stato pari al 5° della scala Mercalli, eravamo preparati e pronti a sostenere l’equilibrio riacquistato ma non immuni. Perché ad un terremoto non ci si abitua mai.
L’equilibrio é oscillato, i danni sono stati minori l’edificio ha riportato solo piccole crepe, forse perché questa volta l’equilibrio si basava su tre persone, più forza lavoro a favore della famiglia.
 
 
 
 
 
Insieme abbiamo imparato che la vita di coppia a maggior ragione quando non si é più in due la sostiene e la rafforza il dialogo. Per noi vale molto ritagliarci dei momenti nostri di dialogo, confronto e “coccole” nel caos della vita a quattro: in uno spostamento in auto quando entrambe dormono, in cucina mentre la cena é sul fuoco ed entrambe le Nane sono in camera e altre situazioni simili, anche la sera a letto quando la giornata non ci ha portato via anche le ultime forze.
 
 
 
 
 
Per noi l’equilibrio é essere coppia nella famiglia, ci abbiamo provato a fare i fidanzati uscendo da soli la sera ma non abbiamo fatto altro che parlare della Mini-Me (a quei tempi figlia unica) insomma non fa per noi. 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...