Il modulo della colonizzazione

I miei genitori vivono lontano da noi, e quando dico lontano intendo un’altra città, un’altra regione. Loro vivono le nipoti di un week end al mese o quando è possibile quel week end si estende e diventa una settimana.
Sono quei momenti in cui i miei genitori vengono “conolizzati”.
Arriviamo che la casa è in ordine e linda e pinta, bastano 20 minuti in pianta stabile e ci sono calzini di Mini-Mini in ogni dove, giochi sparsi ovunque, le scarpe della Mini-Me dappertutto. Insomma noi, non solo li invadiamo ma pretendiamo che “parlino anche la nostra stessa lingua”.
Mio padre si presta a qualsiasi gioco pur di compiacere la Mini-Me, mia madre succube del fascino della neonata non si perde un cambio di pannolino.
Ignari ci accolgono con il sorriso, la mia gatta cerca anfratti per sfuggire ai gridolini estasiati della Mini-Mini…si era appena abituata alla presenza della Mini-Me che ora ne spunta un’altra…
Quando togliamo le tende, mia madre trascorre il tempo del nostro viaggio a ripristinare il suo ordine (soprattutto mentale) soggiogata da queste nipotine, lo fa con il magone dentro ma so che, sotto sotto, un po’ in quella casa si respira senza la presenza dell’invasore.
E ci si prepara alla prossima colonizzazione.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...