Il dislocamento nell’auto dell’amore

Ammore Ammore…”Amore hai preso la borsa frigo?” “Mini-Me hai preso lo zainetto con i giochi?” “Hai preso i medicinali?”…sicure chiuse pronti a salpare!
Neanche cinque passi e “Papaaaaaaà metti le mie canzoni?” E per mie canzoni si intende l’ultimo cd dello Zecchino d’oro che nella migliore delle ipotesi ci accompagnerà fino al primo ronf, nella peggiore, talmente assuefatti non baderemo all’addormentamento e canticchiando “Il rompigatto” arriveremo a destinazione, nel frattempo il cd è andato in loop per tutta la durata del viaggio.
Alla prima sosta dell’auto qualunque essa sia (semaforo, rifornimento carburante, frenata per non “acciaccare” la vecchietta sulle strisce) la Mini-Mini inizierà a frignare fino all’imbocco dell’autostrada, se va bene già dal raccordo se non particolarmente trafficato (e quando mai).
Se stiamo compiendo un viaggio di andata entrambe dormiranno ad intervalli tra soste per calo degli zuccheri e aumento prolattina, se invece stiamo rientrando a casa state pur certi che la Mini-Mini al cartello Roma ma ancora ben distanti dalla meta inizierà di quei pianti disperati perfora timpani che non scuoteranno di un millimetro la Mini-Me che arrivati a casa, bisognerà sempre caricarsela a spalla caduta in un sonno profondo come quello della bella addormentata.
Durante lo spostamento in auto si susseguiranno “Papà, Mamma mi è caduta Barbie, Bianchina, Minnie, la borsetta, gli occhiali, la bottiglietta d’acqua…” tutti oggetti che a turno (a seconda della caduta) con contorsioni degne dì Houdini tra slalom di borse, borsette e varie io e L’AltraMetàDi-Me saremo chiamati a recuperare salvo subire il tormentone di cui sopra anche per un’ora buona.
Nelle imprese più eroiche L’AltraMetàDi-Me prova a negoziare “Al prossimo semaforo mi fermo e lo recupero” peccato che siamo sull’autostrada.
Ecco, ora immaginateci dall’esterno dell’abitacolo non sembra forse che ci stiamo divertendo all’interno della nostra “lovecar”?
Siamo pronti a partire…ma nooooo le valigie non sono ancora concluse. Io vado ma non prima di avervi raccomandato di legare sempre i bimbi ai seggiolini, una vacanza è una vacanza solo se ha un lieto fine.
Se ci pensate bene è l’unica occasione che avete per “legare” i vostri figli e non essere denunciati ;-).
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...