I risultati dell’amore…un passo dai 2 anni 

Eccoci ad un passo dai 2 anni…potrei sciorinare una serie di frasi di luoghi comuni, “questi bimbi crescono troppo in fretta”, “fermate il tempo voglio scendere”, “mi sono voltata e sei diventata grande” invece io questi quasi due anni di crescita me li sono goduti tutti e sono avida di crescita, che bello esserci stata dal tuo primo secondo di vita, di strada ne abbiamo fatta tanta entrambe.

Non é vero che se hai già una figlia/un figlio sai già tutto, il secondo figlio ti insegnerà soprattutto che non é uguale al primo, che nonostante tu dividerai equamente affetti e attenzioni, lui/lei ti chiederà cose diverse dall’altro/a, ti farà conoscere una te diversa, non conta quanto la tua essenza resterà immutata, tu sarai diversa, ogni giorno diversa.

Un secondo figlio ti insegna che si, si può amare allo stesso modo due creature, che si sarai imparziale e giusta negli scontri tra sorelle/fratelli ma che loro saranno diverse/i con te. 

Un secondo figlio ti fa ripetere continuamente che hai fatto la cosa giusta quando vedi la complicità tra loro, quando sei in un’altra stanza e ti raggiungono le risate, quando vedi nascere abbracci e baci spontanei, ma anche quando assisti ad un litigio, quando lo strattone diventa un po’ troppo forte e finisce in lacrime, quando é lotta fra loro, quando é contesa, perché ti rendi conto che pian piano le stai abituando al mondo, che senza una sorella più piccola tra i piedi la vita in famiglia sarebbe stata troppo facile e che una sorella/un fratello inizia fin da subito a farti fare i conti con il confronto, la condivisione, l’empatia e la tolleranza.

E allora ci siamo, stiamo crescendo insieme.

Annunci

2 pensieri su “I risultati dell’amore…un passo dai 2 anni 

  1. Che bella questa serie di diapositive. Da tempo penso di scrivere di fratellitudine, poi li vedo che si sgozzano, cambio idea, aspetto quelle scintille festose… Forse da piccolissimi è più facile, e poi torna ad esserlo quando si entra in un’età più matura, ma in questo momento dei tre che ho (in disparità, visto che le femmine sono due a uno sul maschio), le donnine si cercano, e il ragazzetto resta tagliato fuori. Oppure si accolla la piccola in groppa, e l’altra bambina resta fuori. Oppure ce la fanno, una girandola in simultanea, tre sorrisi di denti piccini, ma dura pochissimo. Eppure non saprei immaginarmi una vita con un solo figlio.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...