Il mestiere di padre 

In questi giorni sto scrivendo un racconto in cui il padre é una figura assente, un gran lavoratore ma assente nelle dinamiche familiari e nella vita delle figlie.

Ieri sera ho visto la Mini-Me e L’AltraMetàDi-Me ballare sul prato, guardarsi innamorati e ho pensato a quelle due bambine, si quelle del mio racconto (non prendetemi per pazza, ma é vero come diceva qualcuno che i personaggi ti parlano e scelgono loro cosa farti dire ma é altrettanto vero che non ti abbandonano e si intrufolano nella tua vita reale), pensavo che avrebbero pagato oro per un momento così.

Le mie bimbe sono decisamente fortunate, hanno un padre presente, che le coccola e le ama, che le educa e le diverte, che le porta a cavalcioni anche quando non potrebbe. 

Un padre che le fa volteggiare e sentire principesse e regine ogni giorno, che le fa sentire amate. Perché parliamoci chiaro, anche il mestiere di padre non é mica facile?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...