Il pane con il semolino

Ieri avevo voglia di fare il pane, stavo procedendo come al solito quando ho visto in dispensa un po’ di semolino in un pacchetto. La ricetta che vi propongo l’ho presa qui: Blog giallo zafferano.

  • 150gr di semolino
  • 150gr di acqua
  • 125gr di farina tipo 0
  • 50gr di acqua (ulteriori rispetto ai 150ml di prima)
  • 30gr di lievito madre
  • 3gr di sale
  • 5ml (1 cucchiaino) di olio d’oliva

Per le pieghe in ciotola

  • 10ml (2 cucchiaini) di olio di oliva

IMPASTO a mano, in ciotola con l’ausilio di una cucchiaia di legno e una spatola morbida la sera prima preparare un prefermento miscelando insieme in una ciotola i seguenti ingredienti partendo dallo sciogliere la pasta madre nell’acqua

150gr di semolino

150gr di acqua

30gr di lievito madre

il risultato sarà un composto abbastanza liquido, chiudete il contenitore con il suo coperchio se lo avete o con della pellicola alimentare  e lasciate a riposo fino al mattino seguente

al mattino inserite in una ciotola più ampia la restante acqua (50gr) 5ml di olio (1 cucchiaino da caffè) e quindi versate il prefermento preparato il giorno prima, già  in questa fase la sua consistenza è migliorata in quanto durante la notte come conseguenza della  sola idratazione della farina è iniziata la formazione della maglia glutinica quindi procediamo con l’aggiunta della farina tipo 0 (125gr) setacciata e in cui abbiamo anche versato i 3gr di sale, versandola a pioggia e girando il composto con la cucchiaia di legno per far assorbire la farina stessa alla fine otterremo un impasto più consistente ma ancora molto morbido e non gestibile sul piano di lavoro, quindi faremo delle serie di pieghe in ciotola aiutandoci con gli altri 10ml di olio (due cucchiaini da caffè),

intanto lasciamo riposare per 10 minuti l’impasto nella ciotola iniziale senza fare nulla

dopo i primi 10 minuti versiamo nella ciotola più grande 5ml di olio e trasferiamoci l’impasto con l’aiuto della spatola morbida, quindi facciamo una serie di pieghe a margherita o a libretto prendendo l’impasto dal lato e tirandolo verso il centro riposo di 10 minuti ed altre serie di pieghe

riposo di 10 minuti, aggiunta di altri 5ml di olio ed altra serie di pieghe

riposo di 10 minuti e trasferiamo l’impasto sulla spianatoia infarinata

ancora tre serie di pieghe intervallate da 10 minuti di riposo aiutandoci con un velo di farina tipo 0 se serve (un velo non esagerate)

trasferiamo il panetto delicatamente sulla teglia spolverata di semolino e cospargiamo la superficie di semola lasciare lievitare in teglia per 30 minuti circa

preriscaldare il forno a 240 gradi, infornare con vapore per 20 minuti, quindi eliminare il vapore e continuare per altri 35 minuti abbassando la temperatura a 220 gradi, ultimi 5 minuti a spiffero.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...