…e le tradizioni

La tradizione vuole che maggiore è l’interesse, la volontà, il desiderio di vedere una mostra, maggiore sarà il tempo in cui questa verrà rimandata dalla sottoscritta, fino a ridursi all’ultimo momento a incastri improbabili per non perderla.

Come da tradizione ieri abbiamo visto la mostra di Hiroshige alle Scuderie del Quirinale che neanche a dirlo chiuderà fra due week end. Mi era già capitato di vedere alcune opere di Hiroshige (circa 8 anni fa) qui a Roma ma questa l’ho trovata più ricca e dettagliata.

Hiroshige con Hokusai e tanti altri mi ricordano la mia tesi di laurea, una laurea scritta spulciando libri di arte in ogni lingua, essendo un argomento poco trattato all’epoca c’era davvero molto poco. Adesso quando mi capita di vedere ciò che ho a lungo studiato sui libri mi emoziono.

L’arte in generale è una cosa che mi ha sempre emozionato, ricordo ancora l’emozione nel vedere il duomo di Orvieto dopo averlo studiato sul manuale di Storia dell’arte alle superiori, ma, non divaghiamo.

Vedere dal vivo le 100 vedute famose della città di Edo, quei paesaggi che cambiano con il cambiare della natura e del tempo atmosferico, è stato davvero interessante. Nelle opere di Hiroshige la natura c’è ed è prepotentemente protagonista, i personaggi si integrano in essa e la xilografia sembra infonderti armonia e pace anche quando si scappa per un temporale improvviso.

Anche in Hiroshige ho potuto ammirare la resa del tessuto, nelle tante stampe di geishe e cortigiane, abbigliate con kimono dalla resa realistica.

Se siete interessati e non l’avete ancora vista, affrettatevi perché ne vale veramente la pena.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...